Biosecurity O’ Clock: l’Era della biosicurezza è arrivata anche per il Veterinario

Biosecurity O’ Clock: l’Era della biosicurezza è arrivata anche per il Veterinario

Point Veterinarie e Unitec hanno siglato una partnership editoriale per pubblicare sulle colonne di Settimana Veterinaria una rubrica di “spunti di riflessione” sulla biosicurezza dedicata al Medico Veterinario che la Nuova Legge di Sanità Animale ha calato nei panni di attore protagonista per l’applicazione e il monitoraggio della normativa ma anche per la diffusione di una crescente consapevolezza dell’importanza delle strategie di prevenzione in allevamento.

Biosecurity O’ Clock ribadisce l’assioma che è arrivato il tempo della biosicurezza, per cui diviene necessario già da oggi a riposizionare il concetto di cura delle patologie animali per cominciare invece a ragionare in termini di tutela della salute animale. Non è solo una questione semantica perché in realtà dietro questo apparentemente trascurabile avvicendamento dei termini si cela un’evoluzione culturale, educativa e organizzativa di ampio respiro e di notevole impatto non solo sul mondo produttivo ma anche sul suo indotto (es. circuito della distribuzione).
Una volta a pieno regime, il Regolamento sancirà un nuovo modo di “fare veterinaria”: infatti, il dispositivo di legge stesso indica nelle sue stesse premesse che le conoscenze in materia di sanità animale, compresi i sintomi e le conseguenze delle malattie, e i possibili mezzi di prevenzione, inclusi la biosicurezza sono un presupposto inderogabile e che operatori e professionisti del settore animale hanno l’obbligo di formarsi adeguatamente.
In questo scenario, Biosecurity O’ Clock è una rubrica che si prefigge di offrire un sostegno informativo e formativo per il veterinario non finalizzato a interessi di parte, ma basato invece su una consolidata esperienza di campo maturata in oltre 20 anni di attività nella programmazione e nell’applicazione di capitolati di pulizia, detergenza e disinfezione che – a esclusivo beneficio del Professionista – potrebbe riempire il “gap” lasciato in sospeso dall’istruzione formale, troppo spesso ancora “ingabbiata” in una visione tradizionale del ruolo di “Prescrittore” del veterinario come avveniva nel Passato mentre invece il professionista deve convertirsi in “Biotutore”, come sollecita il Futuro.
Biosecurity O’ Cock ha già fatto capolino nella sezione “Filiere” di Settimana Veterinaria a partire da inizio anno. Copia di tutti gli articoli sono comunque sempre consultabili in questa rubrica.

Jurassic Mark

Antibioticoresistenza e biosicurezza

Contributi per il veterinario dalla biosicurezzaFiliere - psicologia della biosicurezza