Torna in Homepage

Cuore in mano

A.I.T.C. Associazione Italiana Tumori Cerebrali

L’Associazione Italiana per i Tumori Cerebrali nasce nel settembre 1998 per volontà di persone accomunate dal dolore per la tragica perdita dei propri affetti per glioblastoma.

Da questa dolorosa esperienza è nata la volontà e la determinazione di dare una mano considerevole in termini di impegno di tempo e risorse personali a mezzo della costituita Associazione per aiutare, nel limite del possibile e secondo le proprie esperienze e capacità, coloro che dovessero trovarsi in analoga situazione nonché attivare e promuovere le ricerche e gli studi affinché tragedie come queste non si abbiano più a vivere impotenti e disorientati di fronte ad un verdetto quasi sempre inappellabile.

Altre motivazioni, alla base della creazione dell’Associazione, nascono dalle esperienze cliniche vissute direttamente o indirettamente, che hanno fatto emergere constatazioni di carenze di collegamento interdisciplinare e scarsa conoscenza sulle esperienze di centri specialistici anche appartenenti alla stessa città.

Pertanto l’Associazione è anche impegnata a:

  • stimolare il dialogo e la stretta collaborazione fra gli specialisti delle varie discipline che necessariamente devono concorrere alla cura dei tumori cerebrali;
  • ricercare la massima collaborazione fra i centri di ricerca e di cura promovendo lo scambio di esperienza e informazione.

Per saperne di più visita il sito www.tumoricerebrali.it

#TITENGOTESTA:
PARTECIPA ALLA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING AITC

#TITENGOINTESTA

Sul portale Rete del Dono è partita la campagna di raccolta fondi dell’Associazione Italiana Tumori Cerebrali (AITC), iniziativa del Quarto Settore, puntualmente sostenuta da Unitec, nella convinzione che le attività socialmente utili siano ormai tramiti indispensabili per risolvere le principali sfide del nostro Tempo per consentire all’intera Società Civile di concretizzare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG – Sustainable Development Goals) previsti dall’Agenda ONU 2030, tra i quali campeggia la Salute del Cittadino. Quando si riceve una diagnosi di tumore cerebrale, si viene catapultati in una nuova e sconosciuta dimensione fatta di tante informazioni e lunghe terapie. La vita di malati e famiglie viene scandito dal ritmo di consulti e cure. Da 23 anni AITC si prende cura dei pazienti con neoplasia cerebrale e delle loro famiglie, con l’obiettivo di colmare i sentimenti di disorientamento e solitudine conseguenti nel decorso della patologia.

Quando si riceve una diagnosi di tumore cerebrale, si viene catapultati in una nuova e sconosciuta dimensione fatta di tante informazioni e lunghe terapie. La vita dei pazienti e delle loro famiglie prende il ritmo degli appuntamenti e delle cure.

Il tempo cambia forma diverse volte: a tratti appare lento e ripetitivo e a tratti sembra veloce e sfuggente: il supporto psicologico, il calore umano e l’empatia possono fare una grande differenza nella qualità di vita dei pazienti e delle loro famiglie.

La parola ha un grande potere nel percorso di cura ed è proprio attraverso questo strumento che AITC desidera stare al fianco delle persone, tramite uno sportello di supporto psico-oncologico attivato in ospedale, in particolare presso l’Istituto Neurologico “Carlo Besta” di Milano, e/o a distanza, fornendo un servizio di ascolto che mira alla miglior qualità e vicinanza possibili.

Come ci ricorda il neurofisiologo Fabrizio Benedetti, “la speranza è un farmaco” e le parole sono importanti strumenti con cui alleviare il dolore.
Da 23 anni l’Associazione Italiana Tumori Cerebrali – AITC (www.tumoricerebrali.it) si prende cura dei pazienti con neoplasia cerebrale e delle loro famiglie, con l’obiettivo di colmare i sentimenti di disorientamento e solitudine conseguenti alla diagnosi di malattia.

L’Associazione nasce dall’esperienza diretta di chi ha accompagnato e vissuto il duro percorso di cure oncologiche e che vuole portare avanti così il ricordo di due donne speciali.

Grazie alla campagna #titengotesta, AITC riuscirà ad essere sempre di più al fianco delle persone nella lotta contro il tumore cerebrale, offrendo più interventi di psicoterapia, a sostegno dei malati, delle loro famiglie e del personale sanitario.

L’Associazione intende rappresentare un luogo competente e rassicurante in cui accogliere e supportare ciò che per gli altri è raro, ma che per AITC è umanamente ordinario.

Serve l’aiuto e il supporto di tutti per poter accogliere così i bisogni di sempre più persone, espandendo l’Associazione su tutto il territorio nazionale.

Con un piccolo contributo di ognuno sarà possibile aumentare le risorse disponibili ed essere in tanti a dare una parola di sostegno a chi ne ha bisogno.

AITC, infine, non può che essere vicino, anche con sostegno economico, alle scienze neurologiche, tramite il supporto ai giovani Ricercatori, in particolare a coloro costretti all’estero che gradirebbero rientrare per riconsegnare quel grande patrimonio scientifico che appartiene al nostro Paese, anche come messaggio e stimolo per tanti giovani studenti.

Guido Minghetti Presidente Associazione Italiana Tumori Cerebrali (AITC)

Guido Minghetti Presidente Associazione Italiana Tumori Cerebrali (AITC)

AITC banner

DONAZIONI

Contribuisci alla nostra causa!
Dona il 5 per mille della
dichiarazione dei redditi alla A.I.T.C.
inserendo il codice fiscale

97224770152

Puoi sostenerci anche tramite:

BONIFICO BANCARIO
IBAN: IT63U0200801622000101695172
intestato a: A.I.T.C. - Associazione Italiana Tumori Cerebrali Onlus
Unicredit Banca - Milano P.le Loreto

VAGLIA POSTALE
CCP: 48239859 intestato a: A.I.T.C. - Associazione Italiana Tumori Cerebrali Onlus
IBAN: IT15E0760101600000048239859

Ogni Fiore

La chiave d’oro